Cucciolo occhi

Pubblicato: aprile 4, 2013 in poesia
Tag:, ,

Cucciolo occhi

Sei tra la folla feroce
pugni serrati e mani
alzate come scudi
visi di rabbia distorti
nocche bianche e sudore.
Cucciolo occhi di odio e paura
tu nella sporca lotta
di padri che pregano
e osannano un dio senza cuore
che sbrana, dilania le carni
dei figli degli uomini,
tu nella guerra infame
di lerce bandiere imbrattate
da polvere e sangue
di fantocci riversi
come spighe falciate d’inverno
solo guasti pupazzi
gettati per strada.
A te nessuno parlò
di tolleranza, di pace
o aquiloni legati ad un filo
da correre e perdere il fiato.
Nessuno cantò di uragani
di navi e salsedine, scrigni
nascosti e lidi d’avorio,
mistero di uomini scuri
e volti di rosso colore.
Soltanto una madre
velata di nero sconforto
un giorno indugiò una carezza
sfiorò i tuoi capelli per poco
così tu nemmeno capisci
che c’è un’altra via
oltre il folle possesso
di uno straccio di terra,
oltre l’atroce vendetta di un dio
che mai ti conobbe.

(Suoni, Ed. Progetto Cultura)

Annunci
commenti
  1. Giovanni Mari ha detto:

    Questa poesia è semplicemente bella.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...