fantoccio grigio

Pubblicato: settembre 30, 2014 in poesia, scrittori, scrittura
Tag:

L’uomo partorì l’animale,
mostri spaventosi e moltitudini
che ingenuo plasmò al di fuori
dimentico degli angeli muti
rinchiusi addormentando la coscienza.

Forgiò la guerra e morti innaturali
le spade, i malanni della mente,
creò la fame e la ricchezza a pochi
la dignità da calpestare,
ideologie per occultare il vero.

Smise così di essere miracolo
e diventò lo scuro spettro di sé
uno squallido fantoccio grigio
nelle proprie mani.

(Suoni – Ed. Progetto Cultura)

Annunci
commenti
  1. arsomnia ha detto:

    ..quanta verità…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...