LA RAGIONE DEGLI ALBERI

Pubblicato: novembre 8, 2014 in lettori, libri, scrittori, scrittura
Tag:

Twins Edizioni presenta l’uscita ufficiale di “La ragione degli alberi”, romanzo sentimentale di Guido Mazzolini.

“… Ci sono anime che restano prigioniere in dimensioni di nebbia, ferme al confine tra la vita e l’infinito. Non se ne accorgono, non lo possono sapere. Sono anime che hanno smarrito la strada per tornare a casa. Rimangono immobili, chiuse in un mondo irreale. Sono spaventate e si nutrono di stanchi ricordi.”

Matteo, un uomo che giace in un letto di ospedale, la vita appesa a un filo sempre più fragile. Clelia e il suo amore azzurro, solido al di là di tutto, affamato di futuro, ma sempre più vicino al confine con la disperazione. Giada, fragile e bionda, che lotta per una vita migliore e cerca di cancellare dal viso un’impronta di morte. La montagna immensa, misteriosa custode di inconfessabili segreti, protettrice della vita degli uomini e narratrice di verità nascoste. Uno scultore malinconico che parla con gli alberi e un chitarrista blues ubriaco di sogni. In questa tela variopinta si dipinge la storia del romanzo, fatta d’amore e perseveranza, illusione e rinnovamento. Una storia in cui tutto si amalgama in un unico insieme e niente è ciò che appare. Perché la vita è il sogno più bello. Perché a volte sognare impedisce di vivere. Perché la verità è difficilmente comprensibile e possiede la voce sottile degli alberi. Perché gli alberi hanno sempre ragione.

“L’amore è azzurro. Non può essere rosso, quel colore appartiene a troppe canzoni o a qualche romantica poesia d’appendice. È azzurro come il cielo dopo un temporale, tenue e screziato di bianco, terso e splendente di luce. Azzurro è lo sguardo buono di una persona amica, è l’acqua di un fiume che irrora la terra e la feconda. Azzurro è il colore della camicia che indossava quel ragazzo con l’orecchino, un cioccolatino nella mano e una margherita nell’altra.”
Guido Mazzolini nasce a Cremona. Bilancia senza sapere di esserlo, purista, integralista e minimalista, respira nebbie fitte, afa padana e pianeggianti sensazioni. Perennemente confuso e atarassico, ingordo e paziente, mastica parole convinto che l’espressione sia magia concessa agli esseri umani per potersi elevare e somigliare agli Dei. Pesante e immobile, ma leggiadro e decadente quanto basta, si esprime come sa e come gli è stato concesso da un cinico fato. Non esistono punti fermi nel suo scrivere, solo zattere di comprensione in balia di un oceano agitato e onde altissime che conducono verso lidi sconosciuti. Musicista per vocazione e narratore per forza, insegue il “linguaggio dell’inesprimibile” teorizzato dai romantici, fatto di sensazioni e intuizioni che solo parole non convenzionalmente espresse riescono a palesare. La musica è l’arte di combinare i suoni, scrivere è l’arte di combinare le parole, entrambi così simili a un sublime artigianato; la narrativa è il racconto di una storia, mentre la poesia è la genesi di un’emozione antica, nata ancor prima della scrittura, insita nel simbolismo dei geroglifici e dei graffiti che hanno dato vita a mitologie e divinità. Per questo crede nel verbo espresso come valore supremo, dal vagito del neonato fino al rantolo ultimo del moribondo. Ci crede e lo vuole fortemente, lo sente scorrere nelle vene più del sangue, possiede un proprio odore inafferrabile ed evoca consapevolezze diverse, lo può toccare, ingoiare e respirare ogni istante. Ha al suo attivo pubblicazioni di sillogi poetiche e romanzi, oltre a numerose comparse in antologie e partecipazioni a concorsi letterari nei quali, suo malgrado, ha ottenuto dignitose soddisfazioni.

Nel novembre 2014 pubblica il romanzo sentimentale La ragione degli alberi con Twins Edizioni.

Annunci
commenti
  1. tachimio ha detto:

    Un mare ”azzurro” di complimenti. Isabella

  2. Marbella ha detto:

    Evviva. Mi piace questo autore. Già letto Il passo del gambero. La trama di questo nuovo libro sembra bella. Resto in attesa.

  3. lidia filippi ha detto:

    Bellissimo post! Un invito a leggere.
    Un caro saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...