l’abisso

Pubblicato: maggio 27, 2015 in frasi, lettori, libri, poesia, racconti, scrittori, scrittura
Tag:

Lei se ne accorse, come sempre. Mi sorrise. Mise una mano sulla mia e per un attimo ritornammo quelli di un tempo. Io il cieco e lei il bastone. Quel tocco leggero ci riportò ai nostri ruoli consueti. Nei suoi occhi transitò l’istinto antico di occuparsi di me e di leccare le ferite. Il mio disordine ritornò evidente e affascinante, l’abisso urlò la sua voce più segreta.

commenti
  1. unasociologaingiardino ha detto:

    splendido

  2. Andrea Guidoni ha detto:

    Molto bella!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...