Posts contrassegnato dai tag ‘Giuda’

Giuda.

Pubblicato: maggio 18, 2014 in Uncategorized
Tag:, ,

Ogni uomo nasce libero e percorrendo la propria strada riesce a svelare il volto del tempo. La libertà è una bellissima donna che va corteggiata e inseguita, senza dubbi e senza tregue. Essere liberi vuol dire cavalcare il proprio destino come un magnifico destriero bianco per viverlo fino alla fine, senza sconti e paure. 

(Giuda – la Torre Libri)

Giuda

Pubblicato: febbraio 11, 2014 in Uncategorized
Tag:, , , , ,

…Chiusi gli occhi e pensai a quella notte di tanto tempo fa, al momento in cui la mia gente si accorse che qualcosa stava cambiando per sempre e il mondo di allora non sarebbe più stato lo stesso.
L’arrivo dell’oppressore venne preannunciato da una grande pioggia di stelle. Quella notte i bambini guardavano in alto e avevano la bocca spalancata per lo stupore. Tutti restarono con gli occhi alzati, rivolti al coperchio del cielo attraversato da graffi veloci di luce. Molti di loro capirono subito il presagio, intuendone il significato. I segni del cielo non erano mai stati portatori di belle notizie per il mio popolo.
«Le stelle non sono ambasciatrici di gioia. Le stelle anticipano il disastro. Arriverà presto siccità. Oppure un’inondazione. O una malattia cattiva che mieterà i nostri figli. Le stelle non promettono mai niente di buono.»
Un vecchio con la barba lunghissima parlava sottovoce e alzava una mano verso il cielo mentre con l’altra si percuoteva il petto. Colpi fortissimi, a pugno chiuso, sembrava un tamburo impazzito. Una donna corse a chiamare il marito. Si strinsero l’uno all’altra guardando il cielo, quasi volessero cercare un breve ristoro alla sfortuna. Non bastò. Non poteva essere sufficiente. Qualche giorno dopo arrivarono le prime legioni a sporcare le nostre terre. Orde di eserciti barbari appestarono l’aria, puntando le loro lunghe lance di morte verso quelle stesse stelle che ne avevano previsto l’arrivo.

Immagine

Giuda

Pubblicato: febbraio 7, 2014 in Uncategorized
Tag:, , ,

Giuda

Recensione di GIUDA

Pubblicato: gennaio 5, 2014 in Uncategorized
Tag:, , , ,

Recensione di GIUDA

Una bella recensione del romanzo “Giuda”, pubblicata sul quotidiano LA PROVINCIA di Cremona

Il destino

Pubblicato: ottobre 12, 2013 in frasi
Tag:, ,

Il destino

Giuda

Pubblicato: agosto 19, 2013 in Uncategorized
Tag:,

Giuda

Giuda

Pubblicato: luglio 30, 2013 in Uncategorized
Tag:,

Giuda

Il cuore dell’uomo

Pubblicato: luglio 20, 2013 in frasi
Tag:,

Il cuore dell'uomo

Recensione del romanzo “Giuda”

Enrica Aragona recensisce il romanzo “Giuda“, un libro che ho molto letto e molto amato. Condivido quello che ha scritto, ma non tutto. Ad esempio si parla di “troppa aderenza all’iconografia classica…” e di “…un Gesù biondo con gli occhi azzurri, una Vergine dai capelli neri e dagli occhi celesti…”, caratteristiche, per l’autrice della recensione, forse poco credibili. Innanzitutto, per correttezza d’informazione, la Vergine di Mazzolini ha gli occhi scuri, se non erro troviamo nel libro una metafora efficace che paragona gli occhi di Maria a “due datteri in una tazza di latte…”. Ma non è questo il punto. Secondo me Gesù viene presentato come una figura eccezionale e assolutamente unica. Penso che il Gesù di Mazzolini sia davvero il “figlio di Dio” e abbia cioè caratteristiche uniche rispetto alla popolazione della Palestina. Non a caso anche gli storici dell’epoca, gli unici che riportino notizie sul Gesù “storico“, lo descrivono come una persona assolutamente “fuori dalla norma“. Penso perciò che la “straordinarietà” del Gesù descritto nel libro sia efficace e, soprattutto, logica. Non entro nel merito dello “…stile non sempre omogeneo…”, in effetti la scrittura di Mazzolini occupa registri molto ampi e passa da immagini moderne ad altre molto classiche. Non penso sia un difetto, piuttosto è una caratteristica dell’autore. Nel complesso è una recensione molto positiva che condivido.

A chi appartieni?

Pubblicato: maggio 25, 2013 in Uncategorized
Tag:,

Immagine

Rispondi, uomo di Keriot. A chi appartieni? Io sono il principe del mondo, lui è l’uomo dei dolori. E tu, Giuda, chi sei? Hai nascosto il tuo destino, hai soffocato il desiderio come fosse un accessorio disdicevole. Hai rinnegato la fame e ciò che sei realmente. Guarda le tue mani. Sono bianche e linde come quelle di un neonato, ma ancora odorano di sangue. Il sangue delle inutili vite che hai stroncato.

(Giuda)