Ai timorosi, ai disattenti, a quelli che temono un ritorno di fiamma tricolore dimenticando che spesso la storia si ripete, ma ogni volta veste forme diverse. Ai nostalgici con gli occhi lucidi, a chi grida al cambiamento, al futuro trionfante e a venti di novità. A chi sogna alzate di testa e improbabili resurrezioni, non più proni, non più servi. Ai trombati e a chi -finalmente- ha trovato un lavoro. State tutti tranquilli, come disse Tancredi nel Gattopardo: “Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.”

L’Italia s’è destra, Alleluya.

Guido Mazzolini

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...